RIDEFINIZIONE (2) [se non fosse per le cose di una vita...]

se non fosse per le cose di una vita       ogni stanza sarebbe vuota sarebbe il vuoto ma spaccati longitudinali ritracciano la superficie delle stagioni quando il timpano entra in vibrazione     guardare fisso (il sole) vorrebbe allora dire disporre di un reale in cui la forma di un oggetto potrebbe dirsi in molti modi e il vuoto non sarebbe (fatto d’aria) superfici levigate prolifererebbero nelle scanalature o i pianeti come buchi se non fosse spesso per un modo di guardare che ci è dato                                   senza interruzione

© Alessandro De Francesco und La Camera Verde
From: RIDEFINIZIONE
La Camera Verde, 2011
Audio production: Alessandro De Francesco

REDEFINITION (2) [if it weren’t for the things in a life...]

if it weren’t for the things in a life    every room would be empty        would be emptiness       but vertical cross sections map the surface of seasons when the eardrum starts to vibrate            staring (at the sun) would then mean access to a real where an object’s form could be said in many ways and emptiness wouldn’t be (made of air) polished surfaces would proliferate in grooves or the planets like   holes  if   it  weren’t  for   a   way   of     looking  given to us                    without interruption

Translated by Belle Cushing